Archivio per l'etichetta ‘Berlusconi

Bugie   10 comments

kaka-berlusconiHo chiesto a Galliani e a Kaka’ di non prendere alcuna decisione prima di una cena tra me e il giocatore. Lo invitero’ lunedi’. Quindi renderemo pubblica la decisione se continuera’ a giocare per il Milan

Un’altra bugia. L’ennesima di questa campagna elettorale.

Forse questa Berlusconi se la sarebbe risparmiata ma ieri i tifosi milanisti hanno minacciato i non votare per lui. Oggi hanno preso addirittura una decisione clamorosa: votare “Kakà” alle elezioni europee.

E così da ieri sera Silvio si è visto costretto a rilasciare interviste a destra e a manca sulla vicenda Kakà per rassicurare i suoi elettori. In fondo non è male perché per un giorno non si parla di Noemi.

Ma non credo che la cosa funzionerà perché i tifosi del Milan non sono così fessi, sono stufi delle balle che lui e Galliani raccontano e hanno capito che ormai Kakà è del Real Madrid.

Del resto se davvero Berlusconi volesse fermare tutto perché aspettare Lunedì? potrebbe risolvere tutto in giornata con una telefonata. 

Sarebbe bello se Berlusconi perdesse le elezioni, se accadesso realmente potremmo anche sorvolare sul fatto che è accaduto per la questione Kakà…quanti saranno quelli che votano PdL e tifano Milan? speriamo tanti

Annunci

Pubblicato 4 giugno 2009 da euclide in Di tutto un po', Mondo malato, Politica

Taggato con , , ,

Papi ?!   11 comments

L’articolo l’ho letto su Corriere della Sera ma sul sito Corriere.it ho trovato anche di meglio: il testo integrale dell’intervista a Noemi “la diciottenne che chiama Berlusconi “papi””.

L’intervista è veramente gustosa e la tipa è talmente ingenua da sembrare a tratti falsa.

Comunque leggendo veniamo a sapere che “papi Silvio” Berlusconi,  Sabato sera si è recato in gran segreto a Napoli per fare una comparsata a sorpresa alla festa per i 18 anni di questa Noemi portandole in regalo una collana d’oro con ciondolo e comportandosi in modo molto simpatico con i suoi amici.

Di fronte allo stupore del giornalista per quel “papi” risponde che “per me è come un secondo padre. Mi ha allevata”  senza però farle conoscere i suoi figli anche se  lui le ripete che “gli ricordo Barbara, sua figlia. Che ora studia in America” . 

La cosa è già abbastanza strana di per se ma apprendiamo anche che “È un amico di famiglia. Dei miei genitori” e, interviene la mamma “Diciamo che l’ha conosciuto mio marito ai tempi del partito socialista. Ma non possiamo dire di più“. Il mistero si infittisce visto che la signora Veronica Lario nella sua esternazione di ieri sulle veline candidate non sembra essere a conoscenza dell’esistenza di questa ragazza ne era al corrente della partecipazione di papi alla festa di compleanno.

Ma la tipa è veramente irrefrenabile e nell’intervista afferma che papi “non mi ha mai fatto mancare le sue attenzioni” e dichiara che da grande vuole fare la “La showgirl. Ho studiato danza, ho iniziato a 6 anni. Ora sto seguendo un corso per guida turistica: al Maggio dei Monumenti sarò impegnata nel Duomo di Napoli. Mi interessa anche la politica. Sono pronta a cogliere qualunque opportunità, a trecentosessanta gradi. Ma non scenderò mai a compromessi” .

Sulla questione delle veline che tanto ha fatto infuriare e vergognare la signora Lario dice che “Fa bene, vuole ringiovanire. E poi se Papi pensa di fare così, stia certo che non sbaglia. Sceglie queste ragazze perché intelligenti e capaci. Non solo perché belle. Il mio motto in politica sarà: ‘‘Meno tasse, più controlli’’. Basta con i furbi che non rispettano le regole” e più avanti dichiara sicura “preferisco candidarmi alla Camera, al parlamento. Ci penserà Papi Silvio“. Evidentemente ha capito bene come funziona.

E poi ancora sui suoi rapporti con papi: “Lo adoro. Gli faccio compagnia. Lui mi chiama, mi dice che ha qualche momento libero e io lo raggiungo. Resto ad ascoltarlo. Ed è questo che lui desidera da me. Poi, cantiamo assieme” la “colonna sonora di Scugnizzi, che io canto spesso con Papi Silvio al pianoforte o al karaoke“.

Non sono tutte rose e fiori perché deve sorbirsi anche le sue barzellette ma lui le fa molte confidenze “Fa tanto per il popolo. È il politico numero uno. Non dorme mai. Io non riuscirei a fare la sua stessa vita. Quando vado da lui ha sempre la scrivania sommersa dalle carte. Dice che vorrebbe mettersi su una barca per dedicarsi alla lettura. Talvolta è deluso dal fatto che viene giudicato male. Io lo incoraggio, gli spiego che chi lo giudica male non guarda al di là del proprio naso. Nessuno può immaginare quanto Papi sia sensibile. Pensi che gli sono stata vicinissima quando è morta, di recente, la sorella Maria Antonietta. Gli dicevo che soltanto io potevo capire il suo dolore”

Ma sarà vero? oppure questa Noemi è una mitomane e dobbiamo aspettarci una colossale smentita? Non so a voi ma a me alcune di queste cose mi paiono inventate….e anche la figurina di questa diciottenne che appena può corre a Roma o a Milano a cantare le canzoni di Apicella con il premier….ma dai!!! ….comunque una ideuzza sulla questione io ce l’ho ma non ve la dico perché non voglio sembrare troppo maligna.

La cosa certa è che l’intervista non deve aver fatto piacere ne alla signora Lario ne ai tre figli che lei stessa, riferendosi alla questione delle candidature – ciarpame senza pudore –  definisce “vittime e non complici di questa situazione. Dobbiamo subirla e ci fa soffrire”. 

Se le cose stanno così signora, che cosa aspetta a uscire dalla gabbia dorata nella quale suo marito – indubbiamente con il suo consenso – l’ha rinchiusa?

Ancora viva…ma per poco   5 comments

19 marzo???? caspita, probabilmente è dalla pausa estiva che mi prendo tutto questo intervallo dal blog…..

Ma il fatto è che in settimana ho avuto altro da fare e così il blog è la cosa che ho trascurato.

Oggi ho tempo e quindi scrivo due righe, così giusto per far capire che sono ancora viva. Anche se probabilmente lo sarò per poco dato che grazie a Sky (non smetterò mai di dire quanto adoro Sky) ho il privilegio di poter seguire in diretta su un canale strano (3 channel?! posizione 872, per chi fosse interessato) gli interventi al Congresso costitutivo del “nuovo” Partito della Libertà.

Dovendo correggere compiti mi sono detta “perché già che ti stai divertento, non completi l’opera sollazzandoti con gli interventi al congresso?”.

Detto fatto, ci ho messo un po’ a trovare il canale ma alla fine sono qui che guardo e ascolto l’auto celebrazione che i ministri stanno facendo del loro operato. Perché stamattina stanno parlando esclusivamente ministri: Ronchi, Sacconi, Meloni (che tipo aggressivo e antipatico, non ha fatto che vomitare insulti sulla sinistra e esaltare l’italianità e la calma che dona il suono delle campane della chiesa alla domenica mattina 😯 ), Gelmini (esaltata per la sua eroicità dalla platea ha difeso la sua riforma della scuola fatta a base di (giuro, l’ha detto lei) grembiulini, maestro voto e libro di testo unico nella scuola elementare) e infine lui, il grande-piccolo Brunetta accolto da un standing ovation che l’ha fatto commuovere. Come prima battuta ha fatto notare che finalmente il palco era costruito a sua misura e infatti gli arrivava all’altezza del petto: pensavo che approfittando di uno stacco delle telecamere avessero messo una pedana ma poi ho visto che effettivamente agli altri arriva all’ombelico. A parte la battuta iniziale però non mi pare che abbia detto nulla degno di nota. Ora si aspetta Fini.

Per il resto due cose:

è meglio che la telecamera resti fissa sul palco perché quando passa sulla platea si vede che i delegati sono quasi tutti i piedi che parlano tra loro in capannelli e quasi nessuno ascolta, che brutta figura dai…

che pacchianata accompagnare l’intervento di Silvio con la canzone “Per fortuna che Silvio c’è“…quasi come voler significare che Berlusconi è il leader unico del Partito

anzi tre:

in questo momento, mentre sta parlando un rappresentante del Partito Popolare Europeo, è entrato in sala Silvio. Non solo sia le telecamere che i delegati hanno smesso di seguire l’oratore per riprendere il grande leader con i loro cellulari ma addirittura le sue parole sono state coperte dalla regia del congresso che ha iniziato a trasmettere la famigerata “Per fortuna…”. A mio parere è stata una cafonata senza precedenti e una tale manifestazione di maleducazione che lo stesso Silvio dovrebbe vergognarsi.

Bah, meglio girare su skysport per seguire lo speciale sullo Specialone.

Sabato   5 comments

Che fatica: il tempo ha ricominciato a scorrere velocemente e ora ho un sacco di cose da fare e poco tempo per farle. Insomma siamo tornati alla normalità. E lunedì si torna a scuola, mannaggia il carnevale ambrosiano è finito…

Comunque nel pomeriggio ho trovato il tempo di dare una scorsa al giornale. Una cosa desolante e molto triste tra le notizie sulla crisi, sul PD, sul ddl sulle nuove regole sugli scioperi dei trasporti (che probabilmente si estenderanno anche alle altre categorie), sull’indagine per omicidio nei confronti di Beppino Englaro e altre 14 persone….

Meno male  che tra una brutta notizia e l’altra si trovano sempre delle cose curiose e divertenti.

Per esempio la storia del matrimonio tra la ex di Leonardo Di Caprio, una certa Giselle, e un campione di Football americano. Una cosa della quale naturalmente non mi importa niente, non so neanche chi siano quei due, ma della quale cercherò su internet delle foto per la curiosità di vedere il vestito della sposa (di Dolce e Gabbana) e soprattutto il vestito dei paggetti di eccezione della coppia: a quanto pare si è presentata all’altare accompagnata dai suoi 3 cani vestiti anche loro da Dolce e Gabbana. Chissà che la coppia di stilisti milanesi non abbia trovato un nuovo settore nel quale sviluppare la creatività, quello dei cappottini per animali. Forse potrei trovare qualche cosa appropriato per quando la mia Pallina esce sul balcone, basta che anche qui non ci siano i reggiseni in vista perché quelli non mi piacciono proprio.

L’altra notizia riguarda i coniugi Beckham che a quanto pare stanno litigando per la casa italiana. Secondo il giornale lui vorrebbe trasferirsi a Laglio nella casa del suo amico George (praticamente diventerebbe anche lui un mio vicino di casa) mentre lei non ce ne avrebbe neanche per le balle di andare a vivere sul lago di Como dato che, bisogna ammettere, Laglio non è esattamente un posto di vita e con boutiques griffate. La Posh vorrebbe che lui tornasse a Los Angeles e in effetti non saprei darle torto: la mamma è preoccupata anche per la scuola frequentata dai figli, quella di Laglio non sarebbe decisamente all’altezza. Certo potrebbe mandarli a scuola a Milano o addirittura in Svizzera e raggiungere tutti i giorni la scuola con l’elicottero ma bisogna vedere se il bel George è d’accordo a fare la pista di atterraggio.

A questo proposito mi è venuta in mente una cosa che mi rode da un po’. Come tutti sanno i tre figli di Berlusconi, Luigi, Barbara e la terza che non mi ricordo come si chiama, hanno frequentato la Steiner School, una scuola con metodi didattici innovativi nella quale si impara anche a coltivare l’orto, a ricamare ecc. Ebbene, questa scuola è a Milano in Via Clericetti che, per chi non lo sapesse, è in zona lambrate. Loro abitavano ad Arcore, non proprio a due passi da Milano e dalla via Clericetti. Io mi chiedo: a che ora partivano da casa al mattino per venire a scuola? vista la distanza e il traffico almeno alle 6,00. Venivano in macchina o forse in elicottero? in tal caso dove atterrava? perché anche Linate non è vicinissima e ci vuole minimo una mezz’ora per raggiungere, da lì, la scuola. Quindi con l’elicottero potevano uscire alle 6,30 che mi sembra comunque prestissimo. Che vantaggio c’è ad essere ricchi se devi farti delle levatacce mattutine come se fossi un pendolare? per me è inconcepibile anche se a pensarci bene Berlusconi si alza molto presto al mattino e di Agnelli si diceva che telefonasse tutte le mattine alle 5,00 in punto a Boniperti ( povero Boniperti, che vita grama): evidentemente i ricchi soffrono di insonnia e come si dice “il mattino ha l’oro in bocca” che significa che le prime ore del mattino sono le migliori per fare gli affari e i soldi. Deve essere per questo che io, che non soffro di insonnia e al mattino dormo molto volentieri, sono così povera….

P.S. quello dei figli di Berlusconi è un mistero irrisolto che mi tormenta da tempo, se qualcuno potesse aiutarmi a trovare la soluzione gli sarei molto grata.

Pubblicato 28 febbraio 2009 da euclide in Di tutto un po', Mondo malato, Vita in famiglia

Taggato con , , ,

Solo il silenzio   2 comments

In questi giorni non si può scherzare. L’unica cosa da fare è attendere in silenzio e con rispetto che la tragedia di una famiglia si compia.

Senza strumentalizzare questa vicenda per fini politici od elettorali. Senza usarlo per arrivare alla repubblica presidenziale o per aumentare i poteri del Primo Ministro. La Costituzione va rispettata.

Basta con le urla e i gesti demagogici. Di questa vicenda si parla da mesi, anzi da anni. C’è stato tutto il tempo per varare una legge sull’alimentazione assistita e il testamento biologico: una legge inventata in un pomeriggio e approvata in tre giorni, probabilmente a colpi di voti di fiducia, potrà solo fare danni perché sarà presumibilmente una pessima legge.

Basta con gli insulti, rispettiamo in silenzio il dolore di Eluana e della sua famiglia. E chi è credente preghi per lei e per tutti noi.

Pubblicato 7 febbraio 2009 da euclide in Di tutto un po', Mondo malato

Taggato con , ,

Il dovere del giornalista   9 comments

Si chiama Il Giornale ma di un quotidiano ha veramente poco, forse solo il formato. Basta vedere la prima pagina e confrontarla con quella degli altri giornali in edicola: non riporta mai le notizie del giorno ma solo scoop sensazionali ed esclusivi. Diciamo che assomiglia di più ad un settimanale, di quelli del tipo Sun che in copertina hanno quasi sempre la foto rubata di qualche reale inglese che bacia qualcun’altro.

La differenza è che il bersaglio de Il Giornale non sono i reali inglesi ma gli oppositori del PdL , con attenzione particolare a tutti quelli che disturbano Berlusconi e i suoi affari. Forse perché questo quotidiano è di proprietà della famiglia Berlusconi? boh!! non voglio essere maligna e fare insinuazioni ma mi capita di vedere le rassegne di stampa su Sky o al Tg5 e alcune cose proprio non si possono non notare.

Da circa un mese ogni giorno c’era uno scoop esclusivo e importantissimo sugli affari di Di Pietro e della sua famiglia: rivelazioni su affari poco puliti, alleanze e mazzette di tipo vario. Tutta bombe che però nessun altro organo di stampa ha mai raccolto, probabilmente perché, come è noto, TUTTA la stampa e TUTTE le Tv italiane sono in mano alla sinistra.

Prima di questo notizie esclusive sugli affari poco puliti di Veltroni in Africa. Era il suo turno ma prima di lui ci sono state esclusive su Rutelli, Pecoraro Scanio, Epifani …..

Quando il mondo della scuola si è fermato per protestare contro le “riforme” del ministro Gelmini e l’operato del governo Berlusconi il Giornale ha sferrato una campagna di scoop ed esclusive contro i professori ignoranti e in malafede, gli studenti ignoranti e in malafede, le segreterie della scuole e i presidi ignoranti e in malafede.

Se Fiorello dice no all’offerta di Mediaset perché preferisce rimanere in Rai il Giornale pubblica un articolo sulle malefatte di Fiorello.

Mentre nel mondo tutti dicono che c’è una crisi economica senza precedenti che mette a rischio migliaia di posti di lavoro, siccome Berlusconi dice che la crisi non è così grave come dicono, il Giornale scrive che quella della crisi è una grande panzanata e che non è vero che è difficile trovare un posto di lavoro e pubblica gli indirizzi delle aziende che assumono.

E tanti altri scoop ed esclusive, tutte al momento giusto.

Insomma questo è il modo di fare “giornalismo” di questa testata e del suo direttore Mario Giordano. Loro lo chiamano giornalismo ma ha più della propaganda militante e neanche Libero di Vittorio Feltri è così smaccato. Forse solo Emilio Fede e il suo Tg4  sono paragonabili, ma almeno Emilio Fede è simpatico e ammette di non essere imparziale.

Perché questo articolo? perché oggi il bersaglio non è Di Pietro. Dopo il turno infrasettimanale di Mercoledì l’Inter ha allungato sul Milan o forse sarebbe meglio dire che il Milan ha perso terreno sull’Inter giocando male ed evidenziando i suoi noti (i suoi tifosi se ne lamentano da almeno 2 anni)  problemi in difesa. I giornali di ieri hanno paragonato le prestazioni di Inter e Milan e sono stati concordi nel dire che la presidenza del Milan avrebbe fatto meglio ad acquistare giovani difensori invece di fare colpi di teatro che hanno giovato più al marketing che alla squadra.

Mai parlare male del Milan e soprattutto del suo presidente: puntuale come un treno in orario, lo scoop esclusivo di oggi è sull’Inter e su una indagine della procura milanese sulle ultime giornate del campionato scorso. Anche in questo caso è una notizia un po’ vecchiotta riesumata per l’occasione e lanciata in prima pagina. La cosa curiosa è che sullo stesso sito del giornale, ilGiornale.it, in un articolo di commento sia la notizia che l’articolo sono smontati pezzo per pezzo. 

Ma la cosa migliore è il commento di Giordano al duro comunicato dell’Inter F.C. :  “Ci siamo limitati a riportare una notizia vera in termini corretti. E dare le notizie è il lavoro dei giornalisti, piaccia o no al presidente Moratti“. Questa volta e come sempre.

I riti del Capodanno   4 comments

Messo da parte il Natale con i suoi menù e le sue tradizioni ci apprestiamo a festeggiare l’inizio dell’anno nuovo, nella magica notte di San Silvestro.

Qui non si può parlare di tradizioni o feste in famiglia: a differenza del Natale ognuno festeggia come e dove gli pare. C’è chi va al cinema o a teatro, chi va in un locale, ristorante o discoteca o sala da ballo, chi va nelle piazze e partecipa ai festeggiamenti organizzati nelle varie città, chi organizza feste con gli amici nella propria casa o partecipa a feste con amici in casa di altri amici, chi è partito per i mari del sud per aspettare la mezzanotte sulla spiaggia, chi è partito per una capitale europea per fare quello che si fà in quella capitale, chi è in una località sciistica e non si perderà prima di mezzanotte la fiaccolata dei maestri da sci….insomma di tutto e di più, compresi quelli che se ne staranno a casa a guardare la televisione.

fuochi-artificioIo per esempio farò come l’anno scorso: una cena con alcuni vecchi amici a casa di mia sorella.

Poiché abita al 10° piano in una casa esposta su tre lati,  a mezzanotte inforcheremo i cappotti e usciremo sul terrazzo per vedere i fuochi di artificio di tutta la città e dei due paesi confinanti. Uno spettacolo notevole, solo nella mia via sparano talmente tanti fuochi che sembra di essere a Piedigrotta.

Ognuno fa a suo modo, ma c’è qualche cosa che abbiamo tutti in comune: il ricorso a riti propiziatori con lo scopo evidente di influenzare in maniera positiva l’anno nuovo.

Tra i più comuni c’è il rito di indossare mutande o lingerie rosse. Sembra che portino fortuna per il nuovo anno ma io non ho mai notato alcuna sensibile differenza tra gli anni in cui le ho indossate e quelli in cui ho indossato mutande comuni. 

Altro rito è quello delle lenticchie che notoriamente dovrebbero portare denaro e ricchezza: per qualcuno vanno mangiate a cena il giorno 31 mentre per altri sono efficaci solo se mangiate dopo la mezzanotte. Anche qui ho provato entrambi i modi senza notare alcuna differenza.

Altro rito ancora è quello del bacio sotto il vischio allo scoccare della mezzanotte. Qui i pareri sono contrastanti, per qualcuno deve essere sulla bocca, per altri sulla guancia. Anche il numero dei baci da dare non è chiaro, per esempio una mia conoscente mi ha detto che quando ci si bacia sulle guance per farsi gli auguri bisogna dare almeno 3 baci e non i soliti 2 che davo io. Sarà per questo che anche questo rito sembra non funzionare?

Poi ci sono quelli che dopo mezzanotte si disfano delle cose vecchie – anche elettrodomestici – scaraventandoli fuori dalle finestre. Io non ho mai provato ma ci stò facendo un pensierino, tra l’altro dovrei disfarmi di un vecchio televisore e di un apparecchio dell’areosol rotto. Certo, dal 10° piano farebbero un bel botto.

Altra cosa che non ho mai fatto è sparare con armi da fuoco, ma credo che mi asterrò anche quest’anno perché le armi da fuoco proprio non mi piacciono. E poi non vorrei fare del male a qualcuno.

E voi che riti avete?

Pubblicato 28 dicembre 2008 da euclide in Di tutto un po', Vita in famiglia

Taggato con , , , , ,